八卦 bagua  pakua  otto simboli  

无极生有极, 有极是太极, 太极生两仪, 即阴阳; 两仪生四象: 即少阳、太阳、少阴、太阴, 四象演八卦, 八八六十四卦
Il senza-limiti Wuji
有极 produce il limitato, e questo è l’Assoluto 太极 Taiji
Il Taiji produce due forme, chiamate yin e yang.
Le due forme producono quattro fenomeni:
piccolo Yang, grande Yang, piccolo Yin e grande Yin.
I fenomeni sono rappresentati dagli otto trigrammi (ba gua),
otto serie di otto sono sessantaquattro esagrammi.

古代哲学术语。一种说法认为:无极生有极,有极生太极,太极分阴阳,有极介于无极、太极之间。相当于古籍中所说 的“宇宙卵”,即天地混沌如鸡子,鸡子有阴阳二气,方能生成生命。有极犹如《老子道德经》二十一章对道的论述:“道之物,唯恍唯惚。惚兮恍兮,其中有象。恍兮惚兮,其中有物。”有极处于无极至太极的萌动阶段,在太极拳中引申为:指介于预备势和开始动作之间的身心状态。

天之道, 其猶張弓與 il Dao del cielo è come tendere un arco 道德經 LXXVII, 77 Dao De Jing

天之道,其猶張弓與?高者抑之,下者舉之;有餘者損之,不足者補之。天之道,損有餘而補不足。人之道,則不然,損不足以奉有餘。孰能有餘以奉天下,唯有道者。是以聖人為而不恃,功成而不處,其不欲見賢。

道德經 LXXVII, 77 Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

Il Dao del cielo è come tendere l’arco
in alto ciò che è si abbassa
in basso ciò che è si alza
l’eccesso viene diminuito
e aumenta ciò che insufficiente
il Dao del cielo
diminuisce la sovrabbondanza e integrare la carenza.
Non è così con la via dell’uomo.
Si allontana da coloro che non hanno abbastanza da aggiungere alla propria sovrabbondanza.
Chi può prendere la propria sovrabbondanza e con ciò servire tutto sotto il cielo?Solo colui che è in possesso del Dao!
Pertanto il saggio agisce senza rivendicare i risultati come suoi;
e quando l’opera è completa non vi si sofferma
non desidera mostrare la propria virtù

天之道, 猶張弓與

il Dao del cielo è come tendere un arco
高者抑之

in alto ciò che è si abbassa
下者舉之

in basso ciò che è si alza
有餘者損之

l’eccesso viene diminuito
不足者補之

e aumenta ciò che insufficiente
天之道

 

 

 il Dao del cielo
損有餘而補不足

diminuisce  la sovrabbondanza e integrare la carenza.
人之道, 不然

Non è così con la via dell’uomo.
損不足以奉有餘

Si allontana da coloro che non hanno abbastanza da aggiungere alla propria sovrabbondanza.
孰能有餘以奉天下

Chi può prendere la propria sovrabbondanza e con ciò servire tutto sotto il cielo?
唯有道者

 

 

Solo colui che è in possesso del Dao!
是以聖人為而不恃

Pertanto il saggio agisce senza rivendicare i risultati come suoi;
功成而不處

 

 

e quando l’opera è completa non vi si sofferma
其不欲見賢

 non desidera mostrare la propria virtù

Dimenticare la conoscenza. 道德經 48, Dao De Jing

為學日益,為道日損。損之又損,以至於無為。無為而無不為。取天下常以無事,及其有事,不足以取天下。

道德經 XXXXVIII, 48, Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

為學日益

cercando la conoscenza giorno per giorno ti accresci
為道日損

cercando il Dao di giorno in giorno decresci
損之又損

decrescendo ed ancora decrescendo
以至於無為

 

 

arrivi al non agire
無為而無不為

 

senza agire nulla rimane incompiuto
取天下常以無事

per conquistare ciò che è sotto il cielo   attieniti all’assenza del fare
及其有事

se hai faccende
不足以取天下

non sei in grado di conquistare ciò che sta sotto il cielo

Sembra che l’arte dei seguaci del Tao道 sia dissolversi nel TUTTO e non accumulare e costruire un io,  funzionale, ma fluire ….

有物混成 Indistinta caotica origine del Tutto 道德經 XXV,25 Dao De Jing

道 tao scrittura piccola dei sigilli 小篆 , xiǎozhuàn
道 Tao scrittura piccola dei sigilli 小篆 xiǎozhuàn

有物混成,先天地生。寂兮寥兮,獨立不改,周行而不殆,可以為天下母。吾不知其名,字之曰道,強為之名曰大。大曰逝,逝曰遠,遠曰反。故道大,天大,地大,王亦大。域中有四大,而王居其一焉。人法地,地法天,天法道,道法自然。

道德經 XXV,25Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

有物混成

c’era qualcosa di indistinto tuttavia completo
先天地生

nato prima del Cielo e della Terra.
寂兮寥兮 silenzioso, vuoto
獨立不改

si erge solitario senza mai cambiare
周行而不殆

ciclicamente si muove e mai si esaurisce
可以為天下母

Può essere considerata la Madre di tutte le cose.
吾不知其名

Non conosco il suo nome,
字之曰道

 

 

per indicarlo lo chiamo  Dao
強為之名曰大

 

 

costretto a dargli un nome, lo chiamo  Grande.
大曰逝

Grande vuol dire andare
逝曰遠

 

 

partire significa andare lontano
遠曰反

andare lontano significa ritornare
故道大

 

 

Perciò il Dao è grande;
天大

 

 

 grande il ciclo
地大

 

 

La terra è  grande
王亦大

 

 

e anche il re è grande
域中有四大

del mondo del mezzo  ci sono quattro grandi
而王居其一焉

e il re  è uno di esse
人法地

dell’uomo la norma  è la  Terra
地法天

della Terra la norma è il cielo
天法道

 

 

del cielo è il Dao.
道法自然

La norma del Dao è il suo essere quello che è.

( la sua natura spontanea, intrinseca)

自知者明chi conosce se stesso è illuminato道德經 XXXIII,33 Dao De Jing

知人者智,自知者明。勝人者有力,自勝者強。知足者富。強行者有志。不失其所者久。死而不亡者壽。
道德經 XXXIII,33 Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

知人者智

Chi conosce altri è acuto
自知者明

chi conosce se stesso è illuminato
勝人者有力

Chi vince gli altri è risoluto
自勝者強

chi vince se stesso è potente.
知足者富

conoscere la sufficienza è ricco
強行者有志

chi continua ad agire con energia ha una volontà (ferma).
不失其所者久

non abbandonare il proprio posto è permanere
死而不亡者壽 morire ma non essere dimenticato è longevità

Forse Laozi 老子invita all’arte della  coltivazione dell’esistenza
oltre  l’auto-identificazione….
Certamente i seguaci del 道  Tao in chiave popolare e religiosa diedero molta rilevanza 壽  shou alla ricerca della longevità e a tratti dell’immortalità, interpretando in molti modo questa ricerca.

壽  shou LONGEVITA'
壽  shou LONGEVITA’

 

Schermata 2020-05-28 alle 01.08.10

曲則全 Ciò che si flette resta integro. 道德經 XXII,22 Dao De Jing

曲則全,枉則直,窪則盈,弊則新,少則得,多則惑。是以聖人抱一為天下式。不自見,故明;不自是,故彰;不自伐,故有功;不自矜,故長。夫唯不爭,故天下莫能與之爭。古之所謂曲則全者,豈虛言哉!誠全而歸之。

道德經 XXII,22 Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

曲則全

ciò che si flette resta integro
枉則直

ciò che si torce viene raddrizzato
窪則盈

ciò che è cavo viene riempito
弊則新

ciò che si esaurisce viene rinnovato
少則得

il poco ottiene
多則惑

il molto illude
是以聖人抱一為天下式

Perciò il saggio abbraccio l’uno e diventa esempio sotto il cielo
不自見

 

non si mette in mostra
故明 perciò è radioso
不自是

non  è assertivo
故彰

perciò spicca
不自伐

non si vanta
故有功

 perciò ottiene  riconoscimento
不自矜


non è orgoglioso
故長

perciò dura
夫唯不爭, 天下莫能與之爭

È perché è così libero dallo sforzo che quindi nessuno al mondo è in grado di competere con lui.
古之所謂曲則全者

 

 

Quel detto degli antichi che “ciò che si flette  resta integro”
豈虛言哉?

è forse una parola illusori?
誠全而歸之

sincero ed integro tornai a casa

見素抱樸 mostra semplicità abbraccia il legno grezzo. 道德經 XIX, 19 Dao De Jing

絕聖棄智,民利百倍;絕仁棄義,民復孝慈;絕巧棄利,盜賊無有。此三者以為文不足。故令有所屬:見素抱樸,少私寡欲。

道德經 XIX, 19 Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

 

絕聖棄智

Rinuncia alla saggezza elimina l’intelligenza
民利百倍

e la gente ne trarrà beneficio cento volte
絕仁棄義

Rinuncia alla benevolenza, elimina la giustizia
民復孝慈

e la  gente sarebbe ritornerà alla pietà filiale e all’amore per i genitori
絕巧棄利

Rinuncia all’ingegno, elimina il profitto
盜賊無有

 

 

e non ci saranno più ne ladri né ladri.
此三者以為文不足

Quei tre cose come  forma non bastano
故令有所屬

perciò fai si che ci sia quanto segue
見素抱樸 mostra semplicità abbraccia il legno grezzo
少私寡欲


riduci i gli interessi personali diminuisci i desideri

Si suppone una aperta polemica di Laozi老子e dei sui seguaci nei confronti degli ideali confuciani di società  e di stato (benevolenza, giustizia, conoscenza, i rapporti gerarchici familiari) tentativi inutili per riconettere gli esseri umani con il Dao 道, è necessaria semplicità素 su (seta grezza, naturale, semplice, innocente ) è necessario abbracciare il legno grezzo見素抱樸 i saggi 敦兮其若樸. ”erano schietti erano come un blocco legno grezzo (nel suo stato originario)”  15

Confer Augusto Shantena Sabbadini  Tao Te Ching.

confer

大道廢 Quando il grande Dao viene abbandonato 道德經  XIIX, 18 Dao De Jing

大道廢 Quando il grande Dao viene abbandonato 道德經  XIIX, 18 Dao De Jing

大道廢,有仁義;智慧出,有大偽;六親不和,有孝慈;國家昏亂,有忠臣。

道德經  XIIX, 18 Dao De Jing

Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

道廢

(Quando) il Grande Dao viene abbandonato 
仁義 compaiono benevolenza e giustizia 
慧出

(Quando)apparvero saggezza e astuzia,
大偽

 ne conseguì una grande ipocrisia.
親不和

Quando l’armonia non prevalse più nelle sei relazioni 
孝慈

compaiono la pietà filiale e l’amore dei genitori per i figli
家昏亂

quando lo stato è nel chaos  e nell’anarchia
忠臣

apparvero  funzionari fedeli.

Si suppone una aperta polemica di Laozi老子e dei sui seguaci nei confronti degli ideali confuciani di società  e di stato (benevolenza, giustizia, conoscenza, i rapporti gerarchici familiari) tentativi inutili per riconettere gli esseri umani con il Dao 道.

太上 I governanti supremi. 道德經 XVII,17 Dao de Jing

太上,下知有之;其次,親而譽之;其次,畏之;其次,侮之。信不足,焉有不信焉。悠兮,其貴言。功成事遂,百姓皆謂我自然。
道德經 XVII,17 Dao de Jing
Ogni traduzione è solo una possibile interpretazione

 

太上

I governanti supremi
下知有之

 non si sapeva neppure che vene fossero
其次

I successivi
親而譽之

li hanno amati e li hanno elogiati.
其次

i successivi
畏之 li temevano
其次 i successivi
侮之 li disprezzavano.
信不足 Fu così che quando la fiducia era carente
焉有不信焉

la fiducia viene a mancare
悠兮

gravi
其貴言

mostrando l’importanza che hanno posto sulle loro parole!
功成事遂

 

Il loro lavoro è stato fatto e le loro imprese hanno avuto successo,
百姓皆謂我自然

i cento clan tutti insieme spontaneamente da noi stessi abbiamo fatto questo

Nel governo dei saggi agisce ” il non agire” Wu wei 無爲  
il governo migliore è quello la cui azione è quasi impercettibile, i governo dei saggi affonda nel mito perduto di un epoca, età aurea,  un tempo mitico di prosperità e abbondanza( aurea aetas) 

«Aurea prima sata est aetas, quae vindice nullo, sponte sua, sine lege fidem rectumque colebat.» «Fiorì per prima l’età dell’oro; spontaneamente, senza bisogno di giustizieri, senza bisogno di leggi, si onoravano la lealtà e la rettitudine.»
(Ovidio, Metamorfosi, I 89-90)

nelle Opere e i Giorni è proprio il composto αὐτόματος a rendere l’idea dello spontaneismo, vv. 117-118:

… καρπὸν δ’ἔφερε ζείδωρος ἄρουρα

αὐτόματος πολλόν τε καὶ ἄφθονον

‘La terra che dona le messi portava frutto

da sé (automaticamente), molto e abbondante’.

Antico islandese dello Upphaf (Danakonungasǫgur, ed. Guðnason 1982, 40), in cui del tempo felice di Frǫði si dice:

var ár svá mikit, at akrar urðu sjálfsáðir, ok þurfti eigi við vetri at buásk

‘Il raccolto era così copioso che i campi si seminavano da sé e non c’era bisogno di prepararli per l’inverno’.

Baron Arild Rosenkrantz, “The Temple”, 1931.
Baron Arild Rosenkrantz, “The Temple”, 1931.

« La superficie terrestre, chiamata «Vera Terra», è per noi irraggiungibile, ma anche se non lo fosse, non potremmo sopportare questa esperienza, trovandoci come pesci che tentano di respirare aria. Infatti l’etere — l’elemento che sta sulla testa degli abitanti della Vera Terra — sta all’aria come l’aria sta all’acqua. Di conseguenza, coloro che vivono in questo paradiso aereo, che in realtà corrisponde al paese degli Iperborei o alle Isole dei Beati, con l’unica differenza di non trovarsi sulla nostra friabile terra ma al di sopra, camminano sull’aria e respirano etere.

Il fondo delle profonde fenditure della terra in cui viviamo è composto da materia di bassa qualità. La Vera Terra ha invece un suolo di pietre preziose, di gran lunga più pregiate delle nostre; è ricca d’oro e d’argento, di piante e animali meravigliosi. Nel Gorgia (523a e seg.), Platone definisce la Vera Terra come le Isole dei Beati; esse sono popolate da una razza di navigatori dell’aria che godono di un clima mite, non sono soggetti a malattie o decadimento e, nei templi, s’incontrano faccia a faccia con gli dèi: gli dèi infatti non sono altro che i radiosi abitanti dell’etere superiore. »

Ioan Petru Culianu, allievo di Mircea Eliade
tratto dalla sua opera “I viaggi dell’anima”

confer axis mundi 

Powered by WordPress.com.

Up ↑