Il mito Mircea Eliade

“Il mito non è il contrario della realtà, è prima di tutto un racconto la cui funzione èri­velare in che modo qualcosa è avvenuto all’essere. Io studio i miti antichi, le storie vecchie, ma racconto storie nuove nelle quali sono rintracciabili gli archetipi e le collego al mondo dei sogni, alla psicologia del profondo. All’uomo… Continue Reading →

“Coincidenza dei contrari” coincidentia oppositorum Eliade

« […] Eliade descrive, con un linguaggio fortemente impregnato di terminologia esistenzialista, l’originario sentimento di deiezione, di caduta e angoscia, fondamento ultimo sia della visione del divino come totalizzazione dei contrari, sia del desiderio di reintegrazione nell’Assoluto indifferenziato, che è alla base di ogni atto religioso. L’idea della bi-unità divina risponde infatti, secondo lo studioso… Continue Reading →

“L’uomo potrebbe sfuggire da ogni cosa, meno che dalle sue intuizioni archetipiche, create nel momento in cui ha preso coscienza della sua posizione nel Cosmo…”Mircea Eliade

“L’uomo potrebbe sfuggire da ogni cosa, meno che dalle sue intuizioni archetipiche, create nel momento in cui ha preso coscienza della sua posizione nel Cosmo. […] La spiritualità arcaica, così come l’abbiamo decifrata, assetata di ontico, continua fino ai giorni nostri” I riti del costruire, Mircea Eliade Magicas inbiti fas ritualia artis bellatoris

Magicas inbiti fas ritualia artis bellatoris

“L’uomo potrebbe sfuggire da ogni cosa, meno che dalle sue intuizioni archetipiche, create nel momento in cui ha preso coscienza della sua posizione nel Cosmo. […] La spiritualità arcaica, così come l’abbiamo decifrata, assetata di ontico, continua fino ai giorni nostri” I riti del costruire, Mircea Eliade  

ᚠ Fehu

“L’uomo potrebbe sfuggire da ogni cosa, meno che dalle sue intuizioni archetipiche, create nel momento in cui ha preso coscienza della sua posizione nel Cosmo. […] La spiritualità arcaica, così come l’abbiamo decifrata, assetata di ontico, continua fino ai giorni nostri”  Mircea Eliade    

上善若水 il bene più alto è simile all’acqua道德經 V, 5 Dao De Jing

  上善若水。水善利萬物而不爭,處衆人之所惡,故幾於道。居善地,心善淵,與善仁,言善信,正善治,事善能,動善時。夫唯不爭,故無尤。 道德經 V, 5 Dao De Jing Il bene più alto è simile all’acqua 上善若水 La bontà dell’acqua benefica ai diecimila esseri e non compete. 水善利萬物而不爭 dimora nei luoghi che gli esseri umani detestano 處衆人之所惡 perciò è simile al dao 故幾於道 Nell’abitare bene è la terra 居善地 nel cuore bene è la profondità 心善淵… Continue Reading →

”Quam lucos et in iis silentia ipsa adoramus” Gaius Plinius Secundus ”adoriamo i boschi sacri e, in questi boschi, il silenzio”…. Plinio il vecchio

”Summum munus homini datum arbores silvaeque intelligebantur ” ”Alberi e foreste deve essere inteso come sommo dono dato all’uomo” Plinio il Vecchio, « Naturalis Historiae »,  proemio del XII volume Haec fuere numinum templa, priscoque ritu simplicia rura etiam nunc deo praecellentem arborem dicant. nec magis auro fulgentia atque ebore simulacra quam lucos et in… Continue Reading →

Powered by WordPress.com.

Up ↑

:)